Anche i Calciatori e lo staff rossonero devono rispettare le restrizioni del decreto

Tramite un comunicato ufficiale la società rossonera annuncia di far rispettare i provvedimenti adottati dal Governo Italia con il decreto del 9 marzo 2020 ai propri tesserati. L’invio per tutti calciatori, staff e tifosi è quello di restare a casa il più possibile, evitando spostamenti e assembramenti per poter diminuire i casi di contagio. Ecco la nota ufficiale sul sito del club:

“Il Calcio Foggia 1920, relativamente all’emergenza nazionale per limitare la diffusione del COVID-19 (Coronavirus) e seguendo i provvedimenti adottati dal Governo Italiano con DPCM del 9/03/2020 ha deciso di sospendere ogni attività sportiva fino al 3 Aprile (allenamenti compresi), salvo nuove disposizioni da parte del Presidente del Consiglio dei Ministri che verranno tempestivamente comunicate a tutti i tesserati. Gli stessi, in tal periodo, sono tenuti ad osservare tutte le restrizioni imposte dai predetti DPCM del 8/03/2020 e 9/03/2020, evitando ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico. Nel pieno senso di responsabilità, inoltre, i tesserati del Calcio Foggia 1920 dovranno rispettare anche le restrizioni imposte in tema di spostamenti:

  • Evitare spostamenti in entrata ed uscita dal luogo di dimora o domicilio nel comune dove ha sede l’attività lavorativa, ovvero dal differente luogo dove gli stessi abitano, salvo ipotesi legate a situazioni di necessità o motivi di salute;
  • Restare nella propria abitazione in caso di febbre superiore ai 37.5 gradi, limitando i contatti sociali e contattando il proprio medico curante;
  • Non uscire dalla propria abitazione, per chi è sottoposto alla quarantena o è già risultato positivo al COVID-19.
    Certo del pieno senso di responsabilità e della totale collaborazione dei propri tesserati, il club rossonero ringrazia ed invita tutti a restare a casa. La salute viene prima di ogni cosa.”