Una bella notizia: riecco le “bombe” di Kragl!

Nel giorno in cui la Lega di B rimanda i sorteggi dei calendari e che l’Avellino rischia di far giocare il campionato a 23 squadre (con 5 retrocessioni), qui a Ronzone sembra di essere ad Ordona sud. Caldo soffocante e sole che brucia nonostante i 1.100 metri di quota. Ai ragazzi, così, non bastano gli allenamenti intensissimi di Grassadonia perchè ci si mette pure il caldo a rendere stremanti le sedute di allenamento. Si semina oggi per raccogliere domani e così quando siamo al 27 del mese si comincia come al solito con la fase atletica che impegna tutti, escluso Sicurella alle prese con fastidi muscolari che lo costringono ad una preparazione a parte.

Finita l’atletica Grassadonia dispone i calciatori secondo precisi schemi di gioco e prova gli attacchi alla profondità con gli esterni di centrocampo larghissimi. Prove su prove sotto il solleone ripetendo all’inverosimile le esercitazioni urlando a questo e a quello e pretendendo la massima concentrazione.

Poi ancora potenziamento per Camporese, Agnelli, Rubin e Mazzeo fino al rompete le righe di mezzogiorno. Il tempo di tornare in albergo a pranzare e fare un tuffo in piscina al vicino centro attrezzato che rispuntano i pullmini dei rossoneri per la sessione pomeridiana delle 17:00. Ancora atletica, lavoro coi pesi e poi partitelle a tema a tutto campo con tre squadre contrapposte a ruotare tra schemi di difesa e di attacco senza un minuto di tregua con il Mister a dettare i ritmi con il cipiglio del motivatore. È un grande lavoratore Grassadonia, ma i suoi ragazzi non sono da meno e lo assecondano in tutto e per tutto e i sorrisi e l’allegria, sempre più diffusa, testimonia che la condizione cresce proporzionalmente a quanto decresce la fatica. Si finisce con prove di calci piazzati da fuori area con Agnelli, Deli e il redivivo Kragl che delizia i presenti con le sue micidiali bombe che sbucciano le mani a Noppert (comunque bravo e reattivo contro i missili terra/aria del “normanno”) e ben promettono in vista delle prime gare ufficiali. Olly c’è, e c’è il suo sinistro da artiglieria antiaerea. Gli avversari sono avvertiti e i tifosi foggiani possono gongolare.

Domani 28 luglio allenamento mattutino ed amichevole contro la formazione locale alle 17:30. Sarà la penultima fatica prima di tornare a casa e ricominciare una nuova avventura. Il mercato langue, ma ormai è chiaro che i rinforzi “veri” arriveranno sul fil di lana del mercato estivo.

Per oggi è tutto, alla prossima.

Francesco Bacchieri