Camporese a Kickoff: “Ci sono tutti i presupposti per centrare l’obiettivo salvezza”

È intervenuto nel corso del programma Kickoff, condotto dal nostro direttore Tiziano Errichiello in onda su teleblu, il difensore del Foggia Calcio Michele Camporese. Ecco le sue dichiarazioni:

“È difficile stare fuori dal campo, è quasi terribile non poter giocare. Il peggio per me è passato, adesso sto iniziando il mio percorso riabilitativo vediamo se la settimana prossima potrò fare qualche partitella con i miei compagni. Nel giro di due settimane potrei essere pronto ma giocare novanta minuti sarà difficile forse per qualche minuto. Il mio campionato è finito prima di Cosenza quando ho accusato uno stiramento poi mi sono infortunato al crociato. Nel girone di ritorno con l’arrivo di Billong e Leali si è migliorato molto in difesa ma anche con altri innesti che sono arrivati a gennaio. Spero di tornare il prima possibile. Essendo in questa posizione il Foggia deve pensare solo a salvare la categoria che è l’obiettivo di tutti ma ci sono tutti i presupposti per poterlo centrare. Questo gruppo deve entrare in campo consapevoli di poter centrare l’obiettivo contro una squadra che si trova nella stessa posizione anche se abbiamo la penalizzazione. Domani bisogna scendere in campo per vincere. La sorpresa del campionato è il Lecce con giocatori che hanno voglia di riscatto. La delusione credo sia il Foggia perché c’è l’amaro in bocca che si poteva fare meglio e non è stato fatto. Ora bisogna salvare il salvabile. Partire con la penalizzazione non è facile perché ti fa giocare senza spensieratezza. Credo che Billong se le prestazioni sono queste è positivo perché è arrivato qui a Foggia da Benevento carico di far bene. Aprire lo stadio per l’allenamento ai tifosi è una novità molto bella perché crea un rapporto importante tra squadra e tifosi. Forse andava fatto anche prima. A Venezia si vince con la qualità ma se perdiamo l’atteggiamento difficilmente si può vincere. A me piace molto il modo di fare calcio di mister Grassadonia. Purtroppo la trasferta di Livorno è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso e ci voleva una scossa importante. Con Padalino si è visto meno gioco anche perché gli attaccanti non segnavano però ha aggiustato la difesa. Grassadonia ha dato un’impronta importante e si è visto ma si vede anche adesso soprattutto dal punto di vista del gioco. Condivido il suo gioco e spero che tramite questo il Foggia possa salvarsi. Secondo me insistere su un modulo è importante per le caratteristiche dei giocatori che però devono adattarsi al gioco dell’allenatore e saper cambiare più moduli quando si scende in campo. In questo momento abbiamo tutte partite fattibili e se non puoi vincere non devi perdere. Se si riesce a trovare i tre punti domani con l’aiuto del pubblico possiamo salvarci tranquillamente. Con tutto il rispetto per la carriera di Bizzarri perché da lui si può solo imparare però nella prima parte di campionato ha avuto qualche mancanza in più come anche tutti del resto. I più giovani lo guardano con occhi diversi perché è un professionista esemplare in campo. Per quanto riguarda Ranieri ha la fortuna di essere giovane ed ha il futuro davanti, ha già svolto un campionato da protagonista complimenti a lui e deve proseguire così perché è un ragazzo che ascolta ed è importante. Lui ha fatto molto bene in queste partite che ha giocato. Anche Gori è un bravissimo giocatore non l’ha potuto dimostrare. Da inizio campionato le aspettative erano alte purtroppo poi non è stato così. Ci sono giocatori che vengono da esperienze importanti (come Iemmello, Galano) che a fasi alterne hanno fatto bene o male. Adesso gli ho visti più motivati e spero che nel finale possano contribuire alla salvezza da protagonisti. Mazzeo lo scorso anno ha fatto bene, lui è un giocatore indispensabile per la squadra. Ho il contratto con il Foggia fino al 2021. Domani mi aspetto una bella gara di carattere da parte dei miei compagni”.  

Tiziana Cuttano 

© RIPRODUZIONE RISERVATA