Clamoroso allo Zaccheria. E’ tornato il Foggia! 1-0 allo Spezia e si torna a sperare

Era una partita di una importanza vitale nell’economia del campionato del Foggia quella che andava in scena questo pomeriggio allo Zaccheria. Era “la partita” come l’aveva definita mister Grassadonia nella conferenza della vigilia. Un match dal quale bisognava portare a casa tre punti e rimanere agganciati alla zona salvezza e continuare a giocarsi un posto al sole. ha vinto il Foggia e lo ha fatto gettando il cosiddetto cuore oltre l’ostacolo andando in gol all’84′ con una zampata di re Iemmello in campo da poco al posto di Galano. Un pomeriggio tutto sommato positivo che ha restituito al Foggia anche il maltorto di alcuni episodi negativi che hanno costellato questa stagione non ultimi quelli di sette giorni fa al “Rigamonti” di Brescia. Un gol annullato ed un rigore piuttosto dubbio a favore dei liguri non accordato dal direttore di gara il Signor Pillitteri di Palermo hanno spianato la strada al Foggia verso un successo per il quale avremmo firmato tutti alla vigilia. Rossoneri in campo con il 3-5-2 canonico e con la coppia di attaccanti Mazzeo e Galano e Iemmello che siede ancora in panchina. In difesa rientra Martinelli mentre a centrocampo Agnelli sostituisce Greco squalificato. Vince il Foggia atteso sabato prossimo a Venezia in un match salvezza nel quale bisognerà dare continuità ai risultati.

La gara

L’approccio al match dei rossoneri è piuttosto saporifero al punto che non accade nulla nel quarto d’ora iniziale con le due formazioni impegnate a studiarsi ma soprattutto a non farsi male. Al 16′ ci pensa Agnelli a cambiare le cose in campo con una conclusione che termina a lato della porta di Lamanna. 21′ Deli serve al centro Mazzeo che, sbilanciato, non riesce a concludere a rete. Sfera a Zambelli che offre all’accorrente Kragl la palla ma la conclusione del tedesco termina lata sulla traversa. 27′ Angolo di Kragl e sulla palla si avventa Billong che di destro manda a lato. 29′ Riparte il Foggia e Gerbo si invola verso la rete ospite andando a cercare la conclusione che termina lontana dalla porta ligure. 45′ Punizione per il Foggia. Kragl indovina l’angolo alla destra di Lamanna che però non si fa sorprendere e vola a deviare in angolo. Si va al riposo sul punteggio di 0-0 giusto per quello che si è visto in campo.

La ripresa

Squadre in campo con gli stessi schieramenti della prima frazione di gioco. Non cambia il copione dei primi quarantacinque minuti del match. 48′ Galano dalla distanza ma tiro telefonato che termina tra le braccia di Lamanna. 53′ Leali respinge una conclusione di Maggiore sventando la minaccia. 56′ Grassadonia cambia. Dentro Iemmello che rileva uno spento Galano. 65′ Crampi per Agnelli che deve lasciare il campo di gioco. Al suo posto Busellato. 70′ Mazzeo imbecca in area Iemmello che calcia ma non inquadra lo specchio della porta avversaria. Mazzeo lotta in campo come un leone e prende anche tante botte. A farne le spese tra il 73′ ed il 74′ Maggiore e Ligi che vengono ammoniti. 76′ Cambia anche Marino. Dentro Pierini, dato titolare alla vigilia, ed esce Gyasi. 80′ Ranieri ammonito per fallo su Pierini. 81′ Spezia vicino al vantaggio. Leali devìa d’istinto una palla schizzata via da una mischia in area sugli sviluppi di un calcio di punizione di Bartolomei. 82′ Episodio in area foggiana che farà discutere. Calcio d’angolo per gli ospiti, palla in area e Okereke insacca ma il gol viene annullato per posizione di fuorigioco molto contestato dalla panchina spezzina. Si accende il match nella parte finale. 83′ Grassadonia gioca la carta Cicerelli che rileva un positivo Zambelli. 84′ Il Foggia va in vantaggio. Gerbo, dalla destra, punta un avversario e serve al centro un pallone sul secondo palo dove Iemmello appostato infila Lamanna e manda lo Zaccheria in paradiso. Lo stadio è una bolgia. 85′ Marino non ci sta a perdere e manda in campo anche Galabinov al posto di Ricci. 86′ Vignali prova a sorprendere Leali ma la sua conclusione viene intercettata con un braccio da Martinelli. Per il Signor Pillitteri tutto regolare mentre la panchina spezzina è in fermento anche con la terna arbitrale. 90′ Deli per Iemmello con sfera a lato di Lamanna. Cinque i minuti accordati dal direttore di gara. Non accadrà più nulla di importante mentre i rossoneri in campo, a denti stretti, portano a casa un successo di vitale importanza per continuare a sperare in una salvezza miracolosa. Anche alla luce delle sconfitte di Venezia e Livorno che da questa sera sono in condominio proprio con i rossoneri a quota 30 punti.

Il tabellino 

Foggia-Spezia 1-0 

FOGGIA: Leali, Billong, Ranieri, Agnelli (64′ Busellato), Deli, Kragl, Zambelli (81′ Cicerelli), Martinelli, Galano (54′ Iemmello), Mazzeo, Gerbo. In panchina: Noppert, Loiacono, Arena, Iemmello, Ngawa, Cicerelli, Chiaretti, Boldor, Busellato, Matarese. Allenatore: Gianluca Grassadonia.

SPEZIA: Lamanna, Crivello, Ricci (84′ Galabinov), Gyasi (75′ Pierini), Capradossi, Bartolomei, Ligi, Okereke, Vignali, Maggiore, Da Cruz. In panchina: Manfredini, Barone, Brero, Augello, Pierini, Galabinov, De Francesco, Terzi, De Col, Figoli, Suleiman, D’Eramo. Allenatore: Pasquale Marino.

Marcatori: 84′ Iemmello (F),

Ammoniti: 33′ Zambelli (F), 34′ Ricci (S), 41′ Gyasi (S), 72′ Maggiore (S), 74′ Ligi (S), 79′ Ranieri (F),

 

 

Tiziano Errichiello