Corda: “Siamo contenti di aver passato il turno, ora pensiamo ad Andria”

Dopo la vittoria di coppa Italia ha parlato l’allenatore del Calcio Foggia 1920, Ninni Corda.

“Dobbiamo fare meglio in attacco ma già oggi c’è stata una crescita abbiamo cercato anche il 4-0 in 10 uomini. Bisogna sempre cercare di fare gol anche se si sta vincendo. Partite tranquille non ce ne sono, l’espulsione è stata un po’ esagerata ma l’arbitraggio è stato ottimo. Abbiamo giocato un bel ottavo di finale anche perché tanti ci tengono a passare il turno. Mancano quattro partite per vincere la coppa. Per noi è un obiettivo in più insieme al campionato. Gerbaudo è andato un po’ in calo e adesso si sta abituando alla mia mentalità e se supera il discorso mentale può fare la differenza. Recuperando tutti gli infortuni e con il mercato possiamo essere ancora più competitivi. Dobbiamo pensare subito alla partita con l’Andria di domenica. Con il mercato di riparazione ci saranno innesti ma dobbiamo pensare a lavorare. La società ha fatto tanto per questa piazza. Una sconfitta non cambia i sacrifici che sta facendo la società e bisogna avere rispetto per questo lavoro. Non dimentichiamo dove eravamo questa estate e che abbiamo vinto due derby importanti. Dobbiamo essere tutti uniti e stringere i denti. Bisogna avere rispetto del presidente che sta facendo sacrifici per il Foggia. Sono sicuro che tutta la tifoseria ha rispetto in lui. La differenza nei gironi è disarmante e si nota. Pensiamo a riscattare la sconfitta contro il Sorrento ad Andria che è importante. Campagna pagherà le conseguenze della sciocchezza che ha fatto con l’espulsione di domenica con una multa pesante. Ha sbagliato e ne paga le conseguenze. L’Andria sta avendo difficoltà ma dobbiamo essere attenti perché vorranno fare bene per salvare il campionato. Le mie squadre forse hanno più ammonizioni ma meno espulsioni”.

Tiziana Cuttano