Corda: “Mi assumo la responsabilità di questa sconfitta”

Dopo la sconfitta contro il Sorrento ha parlato l’allenatore del Calcio Foggia 1920, Ninni Corda. Ecco le sue dichiarazioni:

“Partita iniziata male e finita peggio. Mi prendo la responsabilità personalmente anche perché quando si sbaglia un rigore e non si reagisce è colpa mia. Però anche l’arbitro ci ha messo del suo in questa partita. Le assenze di giocatori non sono giustificazioni per chi ha giocato ed ha sbagliato. Forse siamo stati troppo presuntuosi nelle scorse settimane ma da domani torneremo a lavorare con più cattiveria già per la partita di coppa. È stata una partita dove nessuno è riuscito a fare di più nemmeno chi è entrato nel secondo tempo forse è stata sbagliata la settimana di lavoro. Dobbiamo crescere e migliorare già da domani mattina. La punizione del secondo gol non c’era anche l’intervento su tortori. L’arbitro appena è arrivato ha avuto atteggiamenti anti sportivi nei nostri confronti. Le scelte dai quindi metri sono state tutte sbagliate. Siamo stati troppo molli ma quando succedeno queste cose la colpa è dell’allenatore. Non guardo la classifica perché è ancora presto e fino a Natale penseremo giorno dopo giorno. Perdere in casa è bruttissimo, sarà una settimana difficile ma dobbiamo reagire. Chi non appartiene a questo progetto a dicembre farà le valigie e andrà via. Iadaresta finora ha giocato sempre era molto stanco questa settimana ed ho preferito tenerlo in panchina. Come approccio non sia partiti male poi l’episodio del rigore ci ha penalizzato ma non siamo riusciti a reagire. Quando perdo per me non conta quello che ho intorno e spero che siano solo tre giorni difficili per cancellare tutto”.

Tiziana Cuttano