Cosmi: “Abbiamo concesso troppo campo al Foggia, il rigore è stato decisivo”

Dopo la gara contro il Foggia ha parlato l’allenatore del Venezia, Serse Cosmi, ecco le sue dichiarazioni:

“Siamo entrati in campo terrorizzati non timorosi perchè questo sentimento è normale averlo quando ti trovi in una zona di classifica delicata. Il Foggia ha preso la metà campo e ci poteva anche stare ma noi nelle volte quando conquistavamo palla con troppa ingenuità la consegnavamo agli avversari, al di là dei meriti del Foggia che sa palleggiare con due attaccanti che sanno venire incontro. Poco prima del rigore, che poi è stato decisivo, mi sembra che avessimo cominciato a prendere più coscienza di come doveva essere la partita dando sempre però il palleggio al Foggia ma si notava che qualche verticalizzazione su Di Mariano e Bocalon cominciava ad esserci e più o meno era quello su cui avevamo lavorato. Poi il secondo tempo è stata una partita agonistica dove gli episodi potevamo essere determinanti. Se giochiamo con il Foggia o con altre squadre con questo atteggiamento si fa fatica a portare a casa i punti. E’ un pò quello che ci ha penalizzato, da uomo di calcio mi sono arrabbiato per tanti pareggi anche se alcuni ce li siamo cercati nel senso che quando ci si difende bisogna essere consapevoli che quando recuperi il pallone devi saper attaccare. Oggi siamo stati costretti a giocare così anche se non è il mio ideale di calcio ma credo che il risultato di oggi ha un valore enorme rispetto alla qualità gioco. Sono quattro anni consecutivi che tutte le partite per me sono decisive quindi non riesco a giocare una partita sereno e ormai mi sto psicologicamente abituando perchè c’è ancora parecchio da fare. Anche l’ambiente deve capire come si vivono queste partite, ci vuole equilibrio”.

Tiziana Cuttano

dal nostro inviato a Venezia: Francesco Bacchieri

© RIPRODUZIONE RISERVATA