Felleca: “In silenzio stampa dopo la mega squalifica che arriverà al sottoscritto e al Calcio Foggia per i cori ai diffidati contro la Turris”

Il presidente Roberto Felleca ha rilasciato delle dichiarazioni importanti soprattutto in vista del suo silenzio stampa dovuto alla mega squalifica che arriverà al Calcio Foggia dopo i cori cantati per i diffidati nel dopo partita contro la Turris:

“Stiamo lavorando alla chiusura della stagione anche perchè abbiamo l’obbligo di farlo, entro il 30 giugno dobbiamo depositare la chiusura di bilancio possibilmente con i conti definitivamente a posto. Tra lunedì e martedì dovremmo avere un’idea più chiara su come chiudere l’anno. Stiamo lavorando anche alla prossima stagione perchè dobbiamo rispettare i tempi sia per l’iscrizione in serie D che per l’eventuale ripescaggio in serie C. Sulle voci riguardanti il signor Pellino non ho niente da dire anche perchè i commenti si fanno da soli. Sul rifiuto della Pintus alla proposta di Follieri è un discorso che dovevano fare tra loro. A livello societario non mi interessa trattare con altra gente per il momento dobbiamo concludere questo anno con i soci attuali e programmare la prossima stagione. Se dovessi prendere in considerazione tutte le persone che hanno ‘ronzato’ intorno al Foggia, al sindaco e alla città in questo periodo l’unico gruppo serie che ha dimostrato serietà negli atti, nei comportamenti e nell’etica è il gruppo Follieri con il quale mi piacerebbe continuare un ragionamento nei prossimi giorni se ce ne fosse la possibilità e la necessità. Questo non vuol dire che stiamo vendendo una quota a Follieri e nè il 100% delle quote ma mi piacerebbe continuare un discorso iniziato con i miei e i suoi consulenti avvocati per fare un programma che dia maggiore solidità a quello che già potrei fare da solo perchè ho dichiarato due mesi fa che le diatribe con la Pintus non sono un pericolo per il Calcio Foggia perchè ho deciso di proseguire anche con le mie finanze da sole. Se la città di Foggia vuole continuare a darmi fiducia, e credo di averla dimostrata fin dal primo giorno ma se vuole continuare a sminuire il mio lavoro sinceramente mi dispiace ma comunque vado avanti per la mia strada. Ci sono 300 mila tifosi in tutto il mondo che tifano il Foggia e non mi farò destabilizzare da 200 tifosi che invece stanno provando a darmi del morto di fame o di una persona poco seria.
Mi scuso in prima persona a nome del Calcio Foggia per queste tarantelle tra i soci ma sono cose che purtroppo succedono e anticipo che farò un lungo silenzio stampa perchè purtroppo sta per arrivare una mega squalifica al Calcio Foggia dovuta a quei cori cantati per i diffidati contro la Turris. Dobbiamo pagare le conseguenze e arriveranno delle mega squalifiche al sottoscritto, prenderò qualche mese di squalifica con diversi mila euro di multa, e gli stessi dirigenti presenti in quella partita nell’elenco ma in particolare tutto l’elenco dei giocatori, nel totale saranno oltre 50 mila euro di multa (si parla di 1600/2000 euro a giocatore). Quindi dal momento in cui sarò squalificato non potrò partecipare a trasmissioni o interviste. Troveremo il modo però per comunicare con i tifosi. Sono cose che succedono e le frasi sbagliate sicuramente non vanno perdonate e pagheremo le conseguenze”.

Tiziana Cuttano

© RIPRODUZIONE RISERVATA