Felleca: “Da questo momento pensiamo solo al Foggia. Bisogna smetterla con questa storia che non ci sono soldi”

L’appuntamento era fissato per le ore 18 di questo pomeriggio presso la Sala Stampa “A.Fesce” dello stadio Zaccheria per presentare gli ultimi arrivi in maglia rossonera gli attaccanti Allegretti e El Ouazni. Ma a sorpresa il Presidente Roberto Felleca, appena arrivato a Foggia, decide di chiarire alcune situazioni attraverso uno sfogo a tratti anche polemico.

Sono arrivato a Foggia soprattutto perchè scelto dal Sindaco Franco Landella che mi chiese di operare a Foggia nella massima lealtà e trasparenza e mi sento di tranquillizzarvi perchè finchè sarò in questa piazza non intendo deludere nessuno e onorare l’impegno preso con la città. Ad agosto ci siamo avviati tra mille difficoltà che ci hanno purtroppo portato a sbagliare alcune cose commettendo errori che abbiamo cercato di risolvere con il tempo. Continuo a leggere e ad ascoltare da un pò di tempo alcune notizie non vere. Il nostro mercato sarebbe un mercato povero perchè saremmo una Società senza soldi. Sono tutte cazzate e scusate se uno questo termine poco elegante. Stando alle statistiche di Transfertmark siamo al primo posto per aver condotto il mercato calciatori tra i migliori della categoria e nel nostro girone abbiamo fatto meglio delle corazzate Cerignola e Taranto. Non credo che una compagine societaria povera si possa permettere un parco giocatori di ben 29 elementi e forse arriveremo anche a 30. Trovatemi una Società che ha in rosa tanti calciatori tutti ben pagati. Bisogna smetterla con questa storia che non ci sono soldi, che non vogliamo spendere soldi. Credo che anche l’arrivo degli ultimi due acquisti qui al mio fianco dimostrano il contrario di quello che si dice. Da questo momento vorrei che si parlasse solo del Foggia e dei risultati che intendiamo ottenere in queste 15 gare che mancano da qui alla fine del Campionato. Fino ad oggi abbiamo contattato fior di calciatori che ho annotato qui sul mio blocco di appunti. Nomi che vi faccio senza alcun timore. Cocco, Acquafresca, Santoro, Corvino, Patierno, Marcheggiani, De Julis e Favetta non sono venuti a Foggia per loro scelta. E loro lo sanno ecco perchè non ho paura di fare nomi nè di essere denunciato. Non è stata certo una questione economica! 

Siamo contenti del lavoro svolto e dei ragazzi che abbiamo portato in rossonero. Adesso abbiamo messo a disposizione del mister una formazione altamente competitiva per essere protagonisti in queste 15 gare mancanti. Adesso abbiamo cinque attaccanti oltre ad Allegretti e El Ouazni puntiamo molto anche su Tedesco, un ragazzo valido che in questo momento paga quel momento negativo vissuto nella gara con il Fasano, oltre a Tortori che fino ad oggi ha portato avanti da solo la baracca oltre a Russo. A centrocampo siamo altamente competitivi con calciatori di serie superiore. Abbiamo ragazzi che hanno vinto campionati, altri che hanno militato in serie C ed un portiere che proprio oggi è stato premiato come il miglior numero uno della C. Devo ringraziare loro due perchè hanno rifiutato altre piazze anche di serie superiore per venire a Foggia. Ma noi crediamo anche in Cipolletta, Ndiyae, Carboni, Strumbo tutti ragazzi forti e di prospettiva. Scusate lo sfogo ma credo che certe cose andavano dette. 

A margine della conferenza sono stati presentati anche gli ultimi due arrivi in casa Foggia El Ouazni e Allegretti.

Ouazni: ” Mi chiamano Bruno sin da bambino. Fu un’amica di mia madre a chiamarmi così. Ringrazio il Presidente per le belle parole usate nei miei confronti e mi sento di promettere il massimo impegno con questa maglia. Non sono venuto a Foggia in vacanza altrimenti andavo al mare. Voglio contribuire fattivamente alla promozione del Foggia che non merita queste categorie. Ho trovato un gruppo forte, arrabbiato, che vuole riprendere il cammino appena interrotto con gli ultimi due pareggi. Due giorni di allenamento e mi sento già uno di loro. Vacca mi ha detto di venire a Foggia di corsa. Non penso a questi cinque mesi nè al futuro sono concentrato sulla gara di domani con la Nocerina “.

Allegretti: ”  Grazie a questa Società che ha creduto in me ed io felicissimo di aver sposato il progetto Foggia. Mi rifaccio, con le dovute proporzioni, a Pippo Inzaghi per come mi muovo in campo. Mi piace girare intorno ad uno come Bruno per intenderci. Ho visto un gruppo fortemente intenzionato a cancellare Agropoli e che ha lavorato intensamente tutta la settimana. Da martedì prossimo sarò a disposizione del mister e pronto per la trasferta di Gravina. Siamo nelle condizioni di allungare in classifica e far sì che Foggia torni già da quest’anno nelle categorie di competenza “.

 

Tiziano Errichiello