Foggia, altri tre punti ma il rammarico è tanto! (1-0)

Si chiude positivamente il campionato dei rossoneri davanti al proprio pubblico. Questo pomeriggio a cadere sotto i colpi di Mazzeo e compagni è stata la Salernitana che ha subito per lunghi tratti la supremazia del Foggia sul terreno di gioco. Un Foggia che ha ottenuto meritatamente i tre punti che hanno migliorato una classifica già di per sè interessante e che non hanno fatto altro che accrescere il rammarico per ciò che poteva essere e purtroppo non è stato. a 90 minuti dal termine della stagione regolare i ragazzi di Giovanni Stroppa hanno ottenuto 57 punti frutto di sedici vittorie, nove pareggi e sedici sconfitte. Le reti all’attivo sono 64 e quelle subìte 66. Numeri che vanno in contrasto tra di loro se si pensa alle sconfitte, alcune delle quali potevano essere evitate, e alle vittorie, di egual numero, così come le reti all’attivo che ne fanno il terzo miglio attacco del campionato rispetto a quelle subìte che vedono il Foggia essere la penultima difesa dell’intero torneo. Tre punti solo il distacco dal Perugia che è in vantaggio negli scontri diretti per un solo gol di differenza. Numeri che accrescono davvero il rammarico per un epilogo di stagione che poteva essere più esaltante. Ma il risultato conseguito, alla luce del deficitario girone di andata, è senz’altro di portata straordinaria ed il merito va soprattutto al duo Nember-Stroppa che, nel girone di ritorno, hanno avuto la bravura di cancellare alcuni errori di valutazione commessi ad inizio stagione da chi era stato chiamato a costruire una formazione di alto vello per il campionato di serie B.

La gara

Contro i granata di Colantuono il tecnico rossonero presenta il Foggia della vigilia le uniche novità di Rubin al posto di Kragl, inizialmente in panchina, e Floriano in coppia con Mazzeo. Si parte ed i rossoneri si rendono pericolosi nei primi sei minuti per ben tre volte. Al 1′ è Agnelli ad imbeccare Mazzeo sulla sinistra il cui diagonale, da ottima posizione, termina alto sulla traversa. 5′ Rubin dalla sinistra serve in corridoio Floriano che spara su Radunovic che respinge la minaccia. 6′ Insiste il Foggia con Deli che, servito dalla destra da Gerbo, conclude malamente a rete con la sfera che termina alta sulla traversa. Rallenta il Foggia che torna a farsi vivo dalle parti della porta campana al 29′ e va in vantaggio. Mazzeo e Deli combinano tra di loro ed è proprio il bomber rossonero, 18 i suoi gol in questa stagione, che in diagonale preciso quanto potente infila Radunovic sul palo alla sua sinistra. 1-0. Sarà il gol che deciderà il match. Un minuto dopo al 30′ è Rosina a provocare qualche brivido ai tifosi rossoneri sugli spalti. La sua conclusione fa la barba alla traversa della porta di Noppert. Non accadrà più nulla sino al termine della prima frazione di gioco e squadre al riposo.

La ripresa

Tornano in campo le due formazioni con gli stessi effettivi del primo tempo. Al 52′ Floriano entra in area dalla sinistra e conclude su Radunovic che devìa in angolo. 55′ Stroppa cambia. In campo Nicastro e gli fa posto proprio Floriano. Al 59′ uno stanchissimo Rubin lascia il campo e tra gli applausi dello Zaccheria entra Kragl. 62′ Stroppa è costretto ad effettuare il terzo cambio con Agnelli infortunato e Scaglia in campo. Brividi al 67′ con Sprocati che sfiora di poco il palo alla sinistra di Noppert. Tra il 68′ ed il 74′ Colantuono decide di modificare l’assetto della sua squadra in campo con gli inserimenti di Palombi e Gaeta in luogo di Sprocati e Signorelli. 78′ Salernitana vicinissima alla marcatura. Di Roberto, l’ex, di testa a due passi da Noppert si fa parare la conclusione.  83′ Terzo ed ultimo cambio nella Salernitana. Esce un positivo Akpa Akpro ed entra Odjer.  Al 90′ vengono segnalati quattro minuti di recupero e non accadrà più nulla di rilevante. Termina con il successo del Foggia e la festa in campo con i rossoneri acclamati e ringraziati dal popolo rossonero. Peccato per non essere riusciti a centrare il sogno dei play off. Sarebbe stata la ciliegina sulla torta di una stagione comunque esaltante.

Il tabellino

Agli ordini del Signor Francesco Paolo Saia della Sezione di Ragusa queste le formazioni di Foggia e Salernitana allo Zaccheria:

Foggia calcio: Noppert; Tonucci, Camporese, Calabresi; Gerbo, Agnelli ( dal 63′ Scaglia), Agazzi, Deli, Rubin ( dal 59′ Kragl); Mazzeo, Floriano ( dal 55′ Nicastro). A disposizione: Guarna, Figliomeni, Loiacono, Beretta, Kragl, Martinelli, Nicastro, Celli, Rame’, Scaglia, Lanzetta. Allenatore Giovanni Stroppa

Salernitana: Radunovic; Mantovani, Signorelli ( dal 74′ Gaeta), Rosina, Casasola, Tuia, Akpa Akpro, Bocalon ( dall’ 84′ Odjer),Di Roberto, Sprocati (dal 69′ Palombi), Monaco. A disposizione: Russo, Iliadis, Gaeta, Kiyine, Minala, Palombi, Orlando, Odjer, Asmah, Ricci, Rossi, Popescu. Allenatore Stefano Colantuono

 

Marcatori: 29′ Mazzeo (F)

 

Ammoniti: 26′ Agnelli (F), 80′ Gaeta (S), 93′ Monaco (S)

 

Tiziano Errichiello