Il Foggia batte il Nardò (2-0) e tiene nel mirino il Bitonto avanti un solo punto

Vince il Foggia che regola il Nardò con il più classico dei risultati (2-0) grazie ai gol, uno per tempo, di Gibilterra al 2′ e di Tortori al 65′. Una vittoria di estremo valore che giunge nella giornata in cui il Bitonto non va oltre il pareggio interno (1-1) con il Brindisi ed il Cerignola che a sorpresa si fa imporre lo stop esterno dalla Gelbison che vince 2-1. Torna al successo il Sorrento che, da questa sera, è la terza forza del Campionato con i suoi 50 punti e rientra a pieno titolo tra le pretendenti alla vittoria finale. Formazione con diverse novità rispetto a quella ipotizzata alla vigilia e mister Corda che deve rinunciare ad alcune pedine della rosa per problemi vari. Fuori Gentile, Di Jenno, Cipolletta, Di Masi, Carboni, Cittadino e Campagna e dal primo minuto Salvi, al rientro a due mesi dall’infortunio, Ndiaye e, a sorpresa, Gibilterra. Mister Corda, scontava la prima delle ulteriori due giornate di squalifica dopo gli episodi di Foggia-Taranto, schiera Fumagalli tra i pali, Anelli, Viscomi e Cadili in difesa. Centrocampo con Ndiaye, Salvi, Gerbaudo e Kourfalidis con Gibilterra, El Ouazni e Tortori in avanti in quello che oggi è stato il nuovo modulo utilizzato in campo il 3-4-3. Pomeriggio con cielo coperto e terreno in discrete condizioni.

La gara

Parte bene il Foggia che al 2′ è già in vantaggio. Natalucci sbaglia il passaggio arretrato in fase difensiva e Gibilterra ne approfitta per incunearsi nelle maglie granata ed infilare Milli incolpevole nella circostanza. Palla nell’angolo alla destra dell’estremo difensore ospite e rossoneri che sbloccano subito il risultato. 1-0. 21′ Angolo di Gerbaudo dalla destra e palla in area con Milli che fa sua la sfera ed evita ulteriori grattacapi. 26′ Proteste rossonere per un presunto contatto in area che vede protagonista Tortori atterrato dal centrale Danucci ma per il direttore di gara non ci sono gli estremi per la concessione di un calcio di rigore. 29′ Ammonito Tortori per gioco pericoloso. 32′ Nardò pericoloso e vicino al pareggio. Calcio d’angolo dalla destra e Danucci di testa chiama Fumagalli ad una deviazione nell’angolo basso che è un vero e proprio miracolo. 43′ Pantano ammonito per fallo di mani volontario su un lancio di Gibilterra che avrebbe imbeccato e lanciato a rete Ndiaye. 44′ Gibilterra si lascia ammonire per un fallo su Danucci. Dopo due minuti di recupero squadre negli spogliatoi per l’intervallo.

La ripresa

Si torna in campo con gli stessi undici della prima frazione di gioco. 50′ Ci prova Gerbaudo dalla distanza e palla al lato. 54′ Calcio di punizione di Tortori e palla fuori. 59′ Ancora Gerbaudo su calcio di punizione para Milli. 59′ L’episodio che avrebbe potuto segnare in negativo il pomeriggio dello Zaccheria. Gibilterra, già ammonito, ferma con un fallo tattico una ripartenza del Nardò e viene espulso dal direttore di gara il Signor Taricone di Perugia. Foggia in dieci per circa mezz’ora. 62′ Stranieri commette fallo al limite dell’area su Tortori e viene ammonito. 63′ Sul pallone Gerbaudo e Viscomi. Parte il centrale difensivo che conclude di poco a lato. 65′ Nel momento più difficile del match il Foggia raddoppia. Calcio di punizione dalla destra battuto da Gerbaudo. Palla in area che Anelli spizzica per Tortori che, da pochi passi, trafigge Milli. 2-0. 67′ Cau viene ammonito per essere uscito fuori dall’area tecnica. 75′ Primo cambio nel Foggia. Entra Russo esce Tortori tra gli applausi. 79′ Kourfalidis conclude alto dalla distanza. 82′ Pantano di testa palla alta sulla traversa. 83′ Altro cambio nel Foggia. Dentro Tedesco esce El Ouazni che riceve gli applausi dello Zaccheria. 85′ Atterrato Russo sulla linea dell’area di rigore tra le proteste dei calciatori rossoneri che chiedevano un calcio di rigore. Nulla di fatto per il direttore di gara. Sono cinque i minuti di recupero accordati dal direttore di gara. 94′ Entra Gemmi esce Salvi nel Foggia. 95′ Finisce la gara dello Zaccheria. Rossoneri che tornano al successo e che, da questa sera, accorciano le distanze dal Bitonto adesso avanti solo di un punto. E domenica prossima Casarano-Bitonto e Grumentum-Foggia. Tra sette giorni sarà sorpasso?

Il tabellino:

Agli ordini del Signor Simone Taricone della sezione A.I.A. di Perugia, ecco gli schieramenti in campo di Foggia-Nardò:

Foggia: Fumagalli, Kourfalidis, Anelli, El Ouazni (82′ Tedesco), Viscomi, Tortori (75′ Russo), Gerbaudo, Salvi (90’+4′ Gemmi), Ndiaye, Cadili, Gibilterra. A disposizione: Rizzitano, Gemmi, Alba, Cittadino, Russo, Allegretti, Tedesco, Carboni, Campagna. Allenatore: Roberto Cau.

Nardò: Milli, Frisenda (66′ Camara), Stranieri (84′ Monteaperto), Danucci (66′ Raia), Trincea, Pantano, Natalucci, Trofo (60′ Mengoli), Manfrettoli, Calemme (85′ Colonna), Cancelli. A disposizione: Mirarco, Calabrese, Colonna, Centonze, Raia, Spagnolo, Mengoli, Montaperto, Camara. Allenatore: Antonio Foglia Manzillo.

Marcatori: 2′ Gibilterra (F), 65′ Tortori (F)

Ammoniti: 29′ Tortori (F), 44′ Gibilterra (F), 50′ Danucci (N), 61′ Stranieri (N), 67′ Cancelli (N), 72′ Kourfalidis (F)

Espulsi: 59′ Gibilterra (F)

Foto Luigia Spinelli

 

Tiziano Errichiello