Foggia bello a metà si fa imporre il pari dal Fasano (2-2). Da questa sera Bitonto a +2

Il Foggia “stecca” la prima del girone di ritorno ma anche la prima del nuovo anno. Ancora una volta è il Fasano a rompere le uova nel paniere in questa stagione. Dopo aver battuto i rossoneri nella giornata di esordio ed eliminato gli stessi a dicembre in Coppa Italia ecco il pareggio di questo pomeriggio che rallenta la corsa degli uomini di Ninni Corda verso la vittoria finale di questo Campionato. Eppure il Foggia andato in scena nella prima frazione di gioco aveva illuso il popolo rossonero di poter centrare senza problemi la vittoria numero dodici in questo torneo. Nei secondi quarantacinque minuti di gioco invece si è rischiato di perdere una partita che sembrava alla portata di Gentile e compagni. Rossoneri che chiudevano con il vantaggio minimo il primo tempo nel corso del quale avevano schiacciato gli avversari nella loro metà campo con Fumagalli quasi sempre inoperoso. Pomeriggio di sole allo Zaccheria ma gara disturbata da un vento gelido che ha soffiato nel corso di tutta la gara. Sei mila cinquecento circa le presenza sugli spalti con un centinaio di tifosi ospiti presenti nel settore a loro riservato. In settimana rossoneri alle prese con un fastidioso virus intestinale che aveva provocato non pochi problemi e che fino a venerdì aveva preoccupato non poco il tecnico di Nuoro che si trovava a gestire una situazione emergente dovuta già alle defezioni previste tra infortuni e squalifiche. Alle assenze di Viscomi, Anelli, Carboni, Salvi, Gemmi e Di Masi il tecnico rinuncia inizialmente anche a Kourfalidis mandato inizialmente in panchina. Cipolletta titolare con Gentile e Di Jenno nel pacchetto arretrato, Salines, Staiano, Gerbaudo, Cittadino e Campagna a formare i cinque di centrocampo. Russo e Tortori di punta. Questo lo schieramento iniziale che Corda manda in campo allo Zaccheria. Nel Fasano alle assenze di Corvino, Gonzalez e Schena il tecnico Laterza aggiunge, dal primo minuto, quelle di Cochis e Gomes Forbes. Nell’intervallo del match hanno sfilato tutti i ragazzi del settore giovanile del calcio Foggia insieme alla formazione femminile accompagnati da tecnici e dirigenti a testimonianza dell’ottimo lavoro che si sta svolgendo anche in proiezione futura.

La partita

Parte bene il Foggia che schiaccia il Fasano nella propria metà campo. Al 7′ Salines stacca di testa in area, sugli sviluppi di un angolo di Gerbaudo, e sfera a lato. Al 9′ bella iniziativa di Campagna che crossa al centro un pallone delizioso sul quale nessuno interviene e azione che termina sul fondo. Al 18′ il Foggia sblocca il risultato. Calcio di punizione dalla distanza. Batte Cittadino di precisione e potenza e Suma si deve distendere sulla sua sinistra per andare ad evitare il gol. Sulla sua respinta Gerbaudo crossa al centro e si avventa Cipolletta che infila la porta ospite. 1-0. Tra il 32′ ed il 33′ si vede il Fasano con Diaz che tira debole a rete nella prima occasione (para a terra Fumagalli), e conclude centralmente, dopo una fuga verso la porta, con Fumagalli pronto a sventare la minaccia. 40′ Staiano conclude a rete disturbato da un avversario e manca il raddoppio. 45′ Dopo due minuti di recupero squadre che guadagnao gli spogliatoi.

La ripresa

Squadre che tornano in campo con gli stessi schieramenti del primo tempo. Al 54′ i rossoneri hanno la palla del raddoppio e la sprecano malamente con Gerbaudo che, a pochi passi da Suma, spara alle stelle clamorosamente. Reagisce il Fasano che dà la sensazione di non essere più lo stesso visto nella prima frazione di gioco. Al 60′ Corda comprende che il Foggia è in difficoltà e procede al  primo cambio. Dentro Tedesco e fuori Russo. Neanche un minuto di gioco dal suo ingresso in campo e Tedesco si fa ammonire per gioco pericoloso. 62′ Entra anche Kourfalidis nel Foggia che rileva Salines. 64′ Rossoneri pericolosi su calcio di punizione di Cittadino e Suma deve rifugiarsi in angolo. 67′ Il Fasano raggiunge il pareggio. Diaz elude il fuorigioco tentato dai rossoneri e fila via davanti a Fumagalli che infila inesorabilmente. 1-1. Il Foggia subisce il contraccolpo e non riesce più a costruire palle gol. Al 70′ dentro Cadili esce Di Jenno. 73′ Grande Fumagalli che compie il miracolo deviando su Diaz. 75′ Fuori Campagna entra Ndiaye. 80′ Fasano addirittura in vantaggio.  Difesa del Foggia ferma e Forbes si invola verso Fumagalli. La sua conclusione a rete viene respinta miracolosamente da Fumagalli ma la sfera termina sui piedi di Diaz che, a porta sguarnita, realizza il gol dell’1-2. Zaccheria gelato e rossoneri che vedono gli spettri di una clamorosa sconfitta. 82′ Nel Foggia ancora un cambio. Fuori Staiano dentro Gibilterra. Come se non bastasse piove sul bagnato con Tedesco che all’84′ si fa espellere per proteste su segnalazione dell’assistente sotto i distinti. All’uscita dal campo dell’ex Altamura Ninni Corda riversa sul calciatore tutto il suo disappunto. Per lui multa in arrivo. Foggia in dieci uomini e gara in salita. 90′ Saranno cinque i minuti di recupero accordati dal direttore di gara. Ed al 94′, quando nessuno ci sperava più, dagli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Cittadino e con Fumagalli che era nell’area avversaria, ecco svettare capitan Federico Gentile che con un colpo di testa preciso infila Suma nell’angolo alla sua sinistra. Zaccheria che esplode di gioia e Foggia che evita così il secondo capitombolo interno dopo quello patito ad opera del Sorrento. 2-2. Il Bitonto continua a vincere e stacca i rossoneri in classifica portando a +2 il vantaggio. Al Foggia adesso toccherà rincorrere già da domenica prossima nella trasferta con il fanalino di coda Agropoli. Ma la notizia di oggi è che a questo Foggia ora più che mai mancano uno o due attaccanti da area di rigore. Se si vuole vincere il Campionato la Società corra ai ripari al più presto.

Il tabellino:

Agli ordini del Signor Dario Di Francesco della Sezione di Ostia Lido, ecco gli schieramenti in campo di Foggia-Fasano:

Foggia: Fumagalli, Gentile, Cittadino, Russo (60′ Tedesco), Tortori, Gerbaudo, Campagna (74′ Ndiaye), Salines (62′ Kourfalidis), Staiano (81′ Gibilterra), Di Jenno (69′ Cadili), Cipolletta. A disposizione: Kourfalidis, Anelli, Tedesco, Nadiaye, Buono, Cadili, Gibilterra, Strumbo. Allenatore: Ninni Corda.

Fasano: Suma, De Vitis, Padicone, Ganci, Rizzo, Panebianco, Titatelli (67′ Gomes Forbes), Bernardini, Diaz, Prinari (64′ Cochis), Cavaliere. A disposizione: Notaristefano, Scardicchio, Pittelli, Notaristefano L, Zito, Lanzone, Serri, Cochis, Gomes Forbes. Allenatore: Giuseppe Laterza.

Marcatori: 18′ Cipolletta (Fo), 67′ Diaz (Fa), 80′ Diaz (Fa), 90’+4′ Gentile (Fo)

Ammoniti: 37′ Prinari (Fa), 61′ Tedesco (Fo), 71′ Cochis (Fa), 72′ Cavaliere( Fa), 77′ Suma (Fa), 87′ Tortori (Fo)

Espulsi: 84′ Tedesco (Fo)

 

Foto Luigia Spinelli

 

Tiziano Errichiello