Martinelli: ” La squadra ha un unico obiettivo, la salvezza “

” Analizzando la gara con il Pescara e’ stata una prestazione importante contro un avversario forte che ha portato via un punto da Foggia e ci ha lasciato il rammarico della mancata vittoria ma ci lascia la bontà della prestazione di carattere. Il Padova ha cambiato molto con giocatori di esperienza ma noi non dobbiamo guardare più agli altri ma solo a noi stessi. Noi abbiamo una classifica che ci dice contro e dobbiamo andare a cercare i tre punti per dare continuità ai risultati ma sicuramente dobbiamo tornare a vincere per risollevarci. Sono tre anni che sono qui e quest’anno ho trovato continuità con le presenze e sento la fiducia e mi sono anche responsabilizzato avendo trovato un equilibrio a livello personale e mi sento più tranquillo come persona e come calciatore e credo si noti anche in campo. Come spesso si dice attualmente è la compattezza che fa la squadra e sto notando questo aspetto tra tutti noi. Ci vuole equilibrio quello che ci è mancato e che stiamo ritrovando nelle ultime gare. Il modulo non cambia nulla se non l’interpretazione che diamo alla gara. Aldilà del modulo è l’atteggiamento che fa la differenza in campo. A parte la gara interna con il Crotone da quella con il Verona abbiamo fatto tutte prestazioni importanti e a parte gli episodi e gli errori sono state interpretate nella giusta maniera. Ma mancano i risultati che interessano a noi e quindi dobbiamo tornare a vincere già da sabato a Padova per dare una soddisfazione agli oltre mille tifosi che avremo al seguito. Vogliamo i tre punti poi sarà il campo a dire se saremo stati bravi. I miglioramenti ci sono stati ci sono ma chiacchiere non servono più e a noi interessa la salvezza perché a noi interessa la permanenza del Foggia in B anche perché ci sono i nostri contratti in piedi. A Padova dobbiamo dare un segnale a noi stessi. Vogliamo i tre punti e dobbiamo raccoglierli non so come ma dobbiamo fare un qualcosa in più con un atteggiamento che deve significare voglia di fare risultato. La squadra ha un solo obiettivo la salvezza. Dobbiamo creare molto più degli avversari e subire meno degli avversari facendo un gol in più di chi ci gioca contro così come dovremo evitare di prendere gol. Siamo un blocco e tutti devono saper fare tutto e mettere ciò che si ha a disposizione dei compagni. Per tirarci fuori da questa posizione dobbiamo fare qualcosa in più di quello che abbiamo già fatto. Dobbiamo combattere e mirare al Cosenza che è sopra di noi di quattro punti. Dobbiamo evitare adì mettere altra tensione a quella che già viviamo da un anno. Foggia la conosciamo. Se vinciamo siamo alle stelle e se perdiamo ci scavano la fossa. Il tempo lo abbiamo ancora e dobbiamo essere uniti tutti. Cerchiamo di essere compatti tutti noi stampa e Società e perseguiamo l’obiettivo da raggiungere la salvezza “.

 

Tiziano Errichiello