Pippo Severo chiarisce le ultime vicende che lo hanno riguardato

Pubblichiamo il comunicato stampa di Pippo Severo, ex segretario del Foggia.

“In tantissimi anni di onorata attività lavorativa nella qualità di segretario generale delle società che si sono succedute dal luglio 2012 ad oggi alla guida della squadra principale del calcio foggiano, non ho mai amato ricorrere alle telecamere, nè a qualsiasi intervista per parlare di me e ricercare uno sfrenato protagonismo che sfruttasse i canali dei social media o degli organi di informazione” – dice Severo.

Che poi continua, affermando che “ l’occasione è tuttavia utile per riportare alla inconfutabile verità la narrazione di fatti fantasiosi. Sì, lo faccio con la mia solita onestà intellettuale, nel rispetto della mia silenziosa coerenza di comportamenti ancorati ad alcuni valori morali, etici e professionali che hanno contraddistinto le relazioni umane e interpersonali, da me intrattenute da sempre con ciascuno e tutti coloro che hanno amato e continuano ad amare i colori rossoneri. E’ importante che riporti nel giusto alveo la mia dignità”

“Si fa riferimento” – continua ancora Severo – “al rapporto di lavoro cessato improvvisamente con il mio datore di lavoro, il Calcio Foggia 1920. Nel merito, devo precisare che, la sera del 10.08.2020 ho ricevuto una telefonata dall’amministratore delegato della predetta società che mi chiedeva un incontro il giorno successivo. L’indomani, lo stesso dirigente-socio, con cui avevo condiviso, su sua richiesta, solo pochi giorni addietro una conferenza stampa di annuncio dell’avvenuta iscrizione al campionato di Serie D – stagione sportiva 2020/2021, mi informava verbalmente (ed inaspettatamente) della cessazione del rapporto di lavoro a seguito di decisione condivisa ed avallata – per quanto riferitomi dallo stesso dott. Pelusi – dal Presidente Roberto Felleca e dal sig. Raffaello Follieri rappresentatomi come potenziale futuro socio della società Calcio Foggia 1920.

In merito alle insinuazioni e alle illazioni relative a miei presunti e palesati rapporti con il primo cittadino di Foggia, peraltro del tutto ultronei rispetto alla mia attività lavorativa svolta per il Calcio Foggia 1920, secondo cui avrei leso la sensibilità di qualcuno o di alcuni tanto da pensare ad una oscura veicolazione di chissà quali scomode notizie attinenti alla gestione societaria e alla costruzione di un incomprensibile progetto, puntualizzo che da sempre ho testimoniato correttezza istituzionale nei confronti dell’amministrazione comunale con cui mi sono rapportato, limitandomi ad interfacciarmi per questioni e problematiche riguardanti aspetti esclusivamente infrastrutturali dello stadio Zaccheria, le cui soluzioni sono state sempre condivise con lo stesso Sindaco o con i suoi referenti.

Inoltre, così come è conosciuta la mia estraneità ad attività con finalità politiche è altrettanto nota la mia disponibilità a fornire pareri professionali in riscontro a richieste pervenute dalla stessa amministrazione di Palazzo di Città.

A riguardo, invece, dell’esercizio libero di frequentazioni nella vita quotidiana e sociale, non credo che debba dare spiegazioni a chicchessia delle relazioni personali che intrattengo con i miei storici e nuovi amici con i quali condivido esperienze umane e dibattiti sulle vicende che caratterizzano la comunità foggiana.

Forse sarebbe meglio che, anche e in particolare, alcuni organi di informazione, per fortuna pochissimi, si interessino di informare meglio sulle dinamiche e sui fatti, evitando toni allusivi e di basso pregio,del tutto destituiti di fondamento.

Ci sono problemi molto più seri e importanti di Pippo Severo che impongono e richiamano attenzione, nonché corretta e minuziosa informazione a garanzia di un auspicato futuro di certezze per il calcio foggiano.

Sempre FORZA FOGGIA!!! .

Giuseppe Severo