Tortori: “Non ho visto la palla entrare in rete ma ho sentito il boato dello Zaccheria”

Anche l’autore del gol vittoria del Foggia, Loris Tortori, ha parlato nel dopo partita. Ecco le sue dichiarazioni con un dedica speciale per il gol:

“Ho sperato in quella palla e sono riuscito a segnare senza pensarci tanto. Non ho visto la palla entrare in rete ma ho sentito il boato del pubblico e dedico questo gol a mia moglie Serena e mia figlia Viola che mi sono sempre vicine. Forse dovevamo gestire meglio la palla in superiorità numerica ed abbiamo creato poco. Una squadra che lavora tanto e si sacrifica alla fine la giocata la trova. Nel secondo tempo c’era un rigore netto ma le decisione le prendono gli arbitri e non possiamo farci nulla. L’ambiente a Foggia è carico e si respira calcio. La nostra squadra ha valori di singoli e di collettivo e questo si vede negli allenamenti. Lo spirito della squadra è importante e tutti giocano con il sangue agli occhi perché giochiamo nel Foggia. I segnali devono essere continui, noi facciamo sul serio e ogni partita va affrontata con il coltello tra i denti. Questo è un girone dove c’è più cattiveria in cui devi lottare su ogni palla ed il gioco viene meno perché c’è più aggressività nei contrasti. Tutte le partite sono preparate come fondamentali indipendentemente da chi affrontiamo”.

Tiziana Cuttano